martedì 1 giugno 2010

"MATTA" I LOVE YOU....


... BUT YOU'RE BRINGING ME DOWN...
E così hai chiuso.
Io ero tra i monti e non sono venuto a festeggiarti.
Però avevo voglia di ricordarti e così ho messo sul piatto il 7" dei Fanfarlo e mentre stiravo la mia camicia da impiegato per il lunedi' mattina ho ripensato ad uno dei momenti piu' belli di tutta la mia "carriera" di musicista: brindare al mio compleanno con voi, con i miei "classici"e con Amos e i suoi Fanfarlo al termine di un divertentissimo concerto proprio lì , dove mi sentivo un po' a casa.
Matta ti ho proprio amato.
Ti ho amato perchè eri il posto che cercavo.
Perchè mi hai sempre dato ospitalita' (come wolther e come a.c.e.)
Perchè mi hai fatto ascoltare (spesso....ehehe) buona musica.
Perche' mi hai fatto incontrare persone che potevano avere i miei stessi interessi.
Ma ti ho pure odiato.
Perchè spesso mi hai fatto "pesare" questi 60+60 km che ci dividevano.
A volte facendomi sentire in colpa quando la stanchezza vinceva e rimanevo a casa con il pensiero di cio' che mi perdevo, a volte rimpiangendo dr House e una buona pizza quando arrivato giu' con la mia birra in mano mi facevi sentire un po' solo anche in mezzo a tanta gente .
Ora sei chiuso.
Proprio adesso che ritorno a Modena.
Ma nei ragazzi di Juta confido sempre e cosi', in attesa di nuove cose, proprio allo juta passero' la mia estate , con un bel mojito in mano.
Così, come dice uno che conosco, ci si vede a banco.

p.s. l'unica canzone che d'amore che ho scritto l ho scritta per giulia... cmq...

p.s.2 la foto e' rubata dal flickr di "miss virgi"...(grazie)

Nessun commento:

Posta un commento